Le pompe di calore ad assorbimento (AHP) costituiscono una possibile alternativa ai sistemi frigoriferi a compressione di vapore perché possono utilizzare refrigeranti naturali, non necessitano di compressori e richiedono energia termica (da fonti tradizionali, rinnovabili o da cascami termici). L’applicazione delle AHP è frequente nella climatizzazione degli edifici proprio in virtù di queste caratteristiche. In questo lavoro si è proceduto ad una modellazione matematica di una macchina frigorifera ad assorbimento elio assistita, nella quale il generatore di calore tradizionale a fiamma diretta, è sostituito da uno scambiatore che utilizza come fluido termovettore l’acqua riscaldata da un parco solare con pannelli a concentrazione. L’elaborazione del programma di calcolo ha consentito di esplorare le reali prestazioni della macchina nelle condizioni di funzionamento più usuali e di effettuare un’analisi di sensibilità per la valutazione delle migliori condizioni operative. Successivamente si è integrato il modello della macchina ad assorbimento nell’impianto di climatizzazione di un centro commerciale. Utilizzando il software TRNSYS è stato calcolato il fabbisogno energetico orario dell’edificio, e si è così effettuata una simulazione oraria del modello della macchina ad assorbimento per i carichi termici dell’edificio considerato. Si è passati, poi, al dimensionamento orario del parco solare utilizzando pannelli a concentrazione in grado di fornire la potenza necessaria alla AHP per funzionare nelle condizioni richieste. Si è anche effettuata un’analisi comparativa su base oraria tra la potenza del parco solare e il fabbisogno energetico del generatore della macchina ad assorbimento, per analizzarne la contemporaneità.

MODELLAZIONE DI UNA POMPA DI CALORE AD ASSORBIMENTO ELIO ASSISTITA

G. Starace
2009

Abstract

Le pompe di calore ad assorbimento (AHP) costituiscono una possibile alternativa ai sistemi frigoriferi a compressione di vapore perché possono utilizzare refrigeranti naturali, non necessitano di compressori e richiedono energia termica (da fonti tradizionali, rinnovabili o da cascami termici). L’applicazione delle AHP è frequente nella climatizzazione degli edifici proprio in virtù di queste caratteristiche. In questo lavoro si è proceduto ad una modellazione matematica di una macchina frigorifera ad assorbimento elio assistita, nella quale il generatore di calore tradizionale a fiamma diretta, è sostituito da uno scambiatore che utilizza come fluido termovettore l’acqua riscaldata da un parco solare con pannelli a concentrazione. L’elaborazione del programma di calcolo ha consentito di esplorare le reali prestazioni della macchina nelle condizioni di funzionamento più usuali e di effettuare un’analisi di sensibilità per la valutazione delle migliori condizioni operative. Successivamente si è integrato il modello della macchina ad assorbimento nell’impianto di climatizzazione di un centro commerciale. Utilizzando il software TRNSYS è stato calcolato il fabbisogno energetico orario dell’edificio, e si è così effettuata una simulazione oraria del modello della macchina ad assorbimento per i carichi termici dell’edificio considerato. Si è passati, poi, al dimensionamento orario del parco solare utilizzando pannelli a concentrazione in grado di fornire la potenza necessaria alla AHP per funzionare nelle condizioni richieste. Si è anche effettuata un’analisi comparativa su base oraria tra la potenza del parco solare e il fabbisogno energetico del generatore della macchina ad assorbimento, per analizzarne la contemporaneità.
9788887182378
ASSORBIMENTO; POMPA DI CALORE
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12572/1826
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact