Gli accordi di sostegno finanziario infragruppo bancario rappresentano una delle soluzioni adottate dal legislatore bancario – sulla scorta della normativa di matrice europea – per gestire la crisi del gruppo bancario, costituendo uno dei contenuti del piano di risanamento di gruppo. La prospettiva dalla quale si muove è quella della prevenzione della crisi, tant’è che il piano di risanamento e l’accordo di sostegno vengono predisposti prima ancora che la crisi o l’insolvenza si manifestino. Parallelamente, la medesima esigenza di intervenire tempestivamente sulla crisi (e sull’insolvenza) si rinviene anche nel Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, di nuovo conio, ove per la prima volta viene introdotta una regolazione della crisi e dell’insolvenza dei gruppi. Se l’obiettivo è comune (l’anticipazione della crisi), altrettanto comuni potrebbero essere le soluzioni praticabili per perseguirlo. L’idea è allora di gettare le premesse per la definizione di una (nuova) fattispecie – l’accordo di sostegno infragruppo – la quale, mutuando alcuni frammenti di disciplina dal settore dal quale origina (quello bancario), consenta di addivenire ad una soluzione negoziale per fronteggiare la crisi o l’insolvenza del gruppo (di diritto comune).

Gli accordi di sostegno infragruppo bancario Premesse per una disciplina di diritto comune

APPIO, CATERINA LUISA
2020

Abstract

Gli accordi di sostegno finanziario infragruppo bancario rappresentano una delle soluzioni adottate dal legislatore bancario – sulla scorta della normativa di matrice europea – per gestire la crisi del gruppo bancario, costituendo uno dei contenuti del piano di risanamento di gruppo. La prospettiva dalla quale si muove è quella della prevenzione della crisi, tant’è che il piano di risanamento e l’accordo di sostegno vengono predisposti prima ancora che la crisi o l’insolvenza si manifestino. Parallelamente, la medesima esigenza di intervenire tempestivamente sulla crisi (e sull’insolvenza) si rinviene anche nel Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, di nuovo conio, ove per la prima volta viene introdotta una regolazione della crisi e dell’insolvenza dei gruppi. Se l’obiettivo è comune (l’anticipazione della crisi), altrettanto comuni potrebbero essere le soluzioni praticabili per perseguirlo. L’idea è allora di gettare le premesse per la definizione di una (nuova) fattispecie – l’accordo di sostegno infragruppo – la quale, mutuando alcuni frammenti di disciplina dal settore dal quale origina (quello bancario), consenta di addivenire ad una soluzione negoziale per fronteggiare la crisi o l’insolvenza del gruppo (di diritto comune).
9788892135376
Gruppi bancari; Accordi di sostegno; Gruppi di diritto comune
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12572/1903
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact