Since the end of the Second World War, the protection of human health has proven to be a fundamental right with a dual profile involving personal (the absence of physical and mental illness) and communitarian elements (social and cultural well-being). That is also evident from the connection between the natural (the psychological stateandphysiological condition of human beings) and socio-cultural (codes of conduct, local beliefs, its socio-cultural elements traditional behaviours) aspects of health, in respect to which religions play a very important role. This essayanalyses these interactions in the light of the internationalization processes of human rights and human dignity, such as those relating to the European-basedlegalsystems (ECHR and EU).

Dalla fine della seconda guerra mondiale la tutela salute si è attestata come un valore dal duplice profilo, personale (l’assenza d’infermità fisica e mentale) e comunitario (il benessere sociale e culturale). Il che si giustifica anche con l’intreccio fra l’aspetto puramente naturale (la vita biologica degli esseri umani) e gli elementi socio-culturali (i codici di condotta, le norme di comportamento, i costumi e le credenze), rispetto ai quali il fattore religioso gioca un ruolo di primaria importanza. Il presente lavoro pone l’accento su queste interazioni analizzandole alla luce dal processo d’internazionalizzazione dei diritti umani e della dignità umana, motori del costituzionalismo destatalizzato di cui lo spazio giuridico europeo (CEDU e UE) rappresenta l’archetipo strutturalmente più avanzato

Diritto alla salute e fattore religioso nello spazio giuridico europeo. Alla ricerca di un laico e sostenibile pluralismo etico

ALICINO, FRANCESCO
2020

Abstract

Dalla fine della seconda guerra mondiale la tutela salute si è attestata come un valore dal duplice profilo, personale (l’assenza d’infermità fisica e mentale) e comunitario (il benessere sociale e culturale). Il che si giustifica anche con l’intreccio fra l’aspetto puramente naturale (la vita biologica degli esseri umani) e gli elementi socio-culturali (i codici di condotta, le norme di comportamento, i costumi e le credenze), rispetto ai quali il fattore religioso gioca un ruolo di primaria importanza. Il presente lavoro pone l’accento su queste interazioni analizzandole alla luce dal processo d’internazionalizzazione dei diritti umani e della dignità umana, motori del costituzionalismo destatalizzato di cui lo spazio giuridico europeo (CEDU e UE) rappresenta l’archetipo strutturalmente più avanzato
Since the end of the Second World War, the protection of human health has proven to be a fundamental right with a dual profile involving personal (the absence of physical and mental illness) and communitarian elements (social and cultural well-being). That is also evident from the connection between the natural (the psychological stateandphysiological condition of human beings) and socio-cultural (codes of conduct, local beliefs, its socio-cultural elements traditional behaviours) aspects of health, in respect to which religions play a very important role. This essayanalyses these interactions in the light of the internationalization processes of human rights and human dignity, such as those relating to the European-basedlegalsystems (ECHR and EU).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12572/1012
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact