Le prime traduzioni americane delle poesie di Rocco Scotellaro risalgono al 1953, quando il poeta era pressocché sconosciuto in Italia in quanto gran parte dei suoi scritti fu pubblicata postuma grazie all’interessamento di Carlo Levi e Rossi Doria. Nonostante i premi e i riconoscimenti l’opera di Scotellaro, ed in partricolare la sua poesia, è rimasta confinata in quella sorta di periferia culturale ben separata dal novero di autori “degni” di essere inseriti nelle antologie nazionali. Non così nel sistema culturale anglo-americano. Scotellaro fu infatti uno dei primi poeti italiani ad essere tradotto e presentato al pubblico americano e le sue poesie furono inserite in antologie e riviste accanto a quelle di Ungaretti, Montale, Saba e Quasimodo, solo per citare i più famosi a livello internazionale. Il presente saggio ricostruisce la presenza di Scotellaro negli USA e propone un’analisi delle traduzioni dei diversi traduttori che nel corso di mezzo secolo si sono cimentati con i versi del poeta lucano, evidenziandone l’approccio traduttivo e le strategie editoriali.

Scotellaro tra i Nobel: La fortuna precoce delle traduzioni americane

GUIDA, PATRIZIA
2016

Abstract

Le prime traduzioni americane delle poesie di Rocco Scotellaro risalgono al 1953, quando il poeta era pressocché sconosciuto in Italia in quanto gran parte dei suoi scritti fu pubblicata postuma grazie all’interessamento di Carlo Levi e Rossi Doria. Nonostante i premi e i riconoscimenti l’opera di Scotellaro, ed in partricolare la sua poesia, è rimasta confinata in quella sorta di periferia culturale ben separata dal novero di autori “degni” di essere inseriti nelle antologie nazionali. Non così nel sistema culturale anglo-americano. Scotellaro fu infatti uno dei primi poeti italiani ad essere tradotto e presentato al pubblico americano e le sue poesie furono inserite in antologie e riviste accanto a quelle di Ungaretti, Montale, Saba e Quasimodo, solo per citare i più famosi a livello internazionale. Il presente saggio ricostruisce la presenza di Scotellaro negli USA e propone un’analisi delle traduzioni dei diversi traduttori che nel corso di mezzo secolo si sono cimentati con i versi del poeta lucano, evidenziandone l’approccio traduttivo e le strategie editoriali.
Scotellaro; poesia; Lucania; Novecento; traduzione; Guida
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12572/845
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact