il principio di libertà di stabilimento posto dall'art. 49 del TFUE osta, ad una normativa di uno Stato membro, la quale, nell'ambito della tassazione di un gruppo societario, consente ad una società controllante, nel caso di acquisizione di una partecipazione in una società residente, che entra a far parte di un simile gruppo, di procedere all'ammortamento dell'avviamento entro il limite del 50% del prezzo di acquisto della partecipazione, mentre preclude tale ammortamento nel caso di acquisizione di una partecipazione in una società non residente

Gruppi di società e libertà di stabilimento: un nuovo stop della Corte di Giustizia

RICCI, CONCETTA
2016

Abstract

il principio di libertà di stabilimento posto dall'art. 49 del TFUE osta, ad una normativa di uno Stato membro, la quale, nell'ambito della tassazione di un gruppo societario, consente ad una società controllante, nel caso di acquisizione di una partecipazione in una società residente, che entra a far parte di un simile gruppo, di procedere all'ammortamento dell'avviamento entro il limite del 50% del prezzo di acquisto della partecipazione, mentre preclude tale ammortamento nel caso di acquisizione di una partecipazione in una società non residente
gruppi di società; libertà di stabilimento; avviamento
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12572/1156
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact