Una persona fisica sottoposta ad un procedimento sanzionatorio amministrativo per abuso di informazioni privilegiate ha il diritto di mantenere il silenzio se le sue risposte possono far emergere la sua responsabi-lità per un illecito passibile di sanzioni amministrative aventi carattere penale oppure la sua responsabilità penale. Tuttavia, il diritto al silenzio non può giustificare qualsiasi mancanza di collaborazione con le au-torità competenti, come in caso di rifiuto di presentarsi ad un’audizione o in caso di ricorso a manovre di-latorie.

Il diritto al silenzio nello spazio giuridico europeo: osmosi delle garanzie se la sanzione amministrativa è “punitiva”

Schiavone Susanna
Writing – Original Draft Preparation
2021

Abstract

Una persona fisica sottoposta ad un procedimento sanzionatorio amministrativo per abuso di informazioni privilegiate ha il diritto di mantenere il silenzio se le sue risposte possono far emergere la sua responsabi-lità per un illecito passibile di sanzioni amministrative aventi carattere penale oppure la sua responsabilità penale. Tuttavia, il diritto al silenzio non può giustificare qualsiasi mancanza di collaborazione con le au-torità competenti, come in caso di rifiuto di presentarsi ad un’audizione o in caso di ricorso a manovre di-latorie.
Market abuse Right to silence diritto al silenzio incolpazione Consob
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12572/6948
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact